Momenti

Quel giorno pioveva e io non ero mai stato così felice.
“Passeggiata con l’ombrello?” mi aveva proposto.
Sarei andato anche scalzo, quando c’era lei tutto passava in secondo piano.
Ricordo tutto di quei momenti, ce li ho scalfiti nel cuore. Cominciò a piovere sempre più forte e lei invece di ripararsi, lasciò l’ombrello e prese a ballare sotto la pioggia. La guardavo estasiato. Con lei tutto aveva un sapore diverso, una giornata grigia si trasformava in allegria allo stato puro.
Ero rapito dalla sua energia, mi faceva tornare ad essere un ragazzino spensierato.
Lasciai anch’io il mio ombrello e la baciai sotto l’acqua, che scendeva sempre più forte. Sembrava che la pioggia volesse essere più fitta per nasconderci dal resto del mondo, ma non ce n’era bisogno, con lei lì tutta la mia attenzione era rivolta solo ai suoi occhi.
Quando la pioggia cessò, eravamo zuppi d’acqua, ma tremendamente felici.
“Ehi guardami..” dissi. Click. Uno scatto che mi avrebbe ricordato per sempre quell’emozione.
Uno scatto che mi sarebbe servito per rispondere così a una domanda:
“Mi chiedete cosa sia l’amore? Eccolo qui.”

Imma Gaglione

20140430-232805.jpg

La ginestra

Alzare gli occhi al cielo.
Fiori nati tra le solide mura di un campanile.
Cosa vi ricorda?
Non arrendetevi, siate coraggiosi, perché le gioie vere e più grandi non arrivano a chi sa aspettare, ma a chi ce la mette tutta e non smette di sorridere.

Emozionarsi e provare a raccontare, per quanto sia possibile, quell’emozione.
Imma

20140428-113539.jpg

E’ nato un nuovo blog!

Passate di qui. Conoscendo i creatori di questo nuovo multi blog, sono sicura che sarà sicuramente un successo 😊

Carlo Galli

Scrivere è una passione o qualcosa di più profondo?

Di certo è liberazione, un esporre le proprie più profonde intenzioni e verità o, più semplicemente, dare sfogo alla fantasia… in ogni caso, questo nuovo blog ideato da 5 blogger, nasce per incontrare le varie menti (stabili o instabili :D), e fare in modo di avere un imput dal quale iniziare a mettere nero su bianco quello che vi passa per la testa, condividerlo con altre persone che coltivano la stessa passione…

che ne dite, avete voglia di divertirvi condividendo la vostra creatività?

Eccovi il link:

http://apiumani1.wordpress.com

Un abbraccio a tutti!!!

View original post

The end

Mi freghi l’anima, sai come farlo, conosci i tasti giusti.
Se resto ferma, finirò a guardare uno spettacolo del quale già conosco il finale.
Tu sei davanti a me e aspetti una mia risposta. Mi avvicino e ti tocco la guancia. Ti abbraccio.
“Dobbiamo dirci addio. Lo sai anche tu.” ti dico.
Una lacrima mi scende indiscreta sul viso, senza chiedere permesso.
“E allora perché piangi?” mi chiedi e ti sento tirare su con il naso.
“Perché fa male..” ti guardo negli occhi.
“E allora non farlo. Non andartene. Non avere paura.”
“Stare insieme alle tue condizioni farebbe ancora più male.” dico di getto.
Eccola la verità, finalmente a nudo solo per te.
Mi stringi la mano più forte. So cosa provi, è quello che provo io. Ti prendo la faccia tra le mani e ti bacio le labbra. Ti guardo negli occhi intensamente, voglio portarli con me questi occhi, nel mio cuore.
Mi stacco da te e mi incammino.
“Non finirà mai tra noi. Mi hai sentito? Quel bacio non era un addio, era un ti amo. Puoi mentire a te stessa ma non a me.”
Mi fermo. Ho due opzioni: continuare a camminare o voltarmi e correre da te.
Scelgo la prima.
Quando sono abbastanza distante da te respiro e mi nascondo sotto l’ombrello.
Che strano, la pioggia ci ha uniti tanto tempo fa e ora ci guarda mentre silenziosamente ci diciamo un amaro addio.

Imma Gaglione

20140427-132955.jpg

“Ma come parla? Le parole sono importanti.”

Non mi piace fare la moralista, sono per il “vivi e lascia vivere”, ma quando sento certe affermazioni inorridisco e quando noto che la lingua italiana è usata da capre ignoranti mi arrabbio. La prendo davvero a male perché viviamo in un’epoca nella quale, per fortuna, a tutti è consentito di studiare, tutti hanno a disposizione la possibilità di apprendere e di imparare, un lusso, a mio avviso, che prima non c’era.
Il risultato di tutto questo? Nessuno ha più niente da dire. Ci si ritrova in conversazioni sterili, per non dire inesistenti.
E questo è un dramma per una come me, una che è l’eccesso opposto, una che parla troppo.
Finiremo a parlare solo attraverso emoticon, perciò mi viene da lanciare un messaggio: usate le parole, sono gratis. Ok? O forse dovrei dire 😉

Imma

images

Guardarsi dentro

Vedo la tua determinazione e la tua paura.
La tua forza e la tua fragilità.
Il tuo amore e la tua diffidenza.
La tua gioia e la tua tristezza.
La tua sfacciataggine e la tua timidezza.
Sei difficile. Forse non sono andato troppo a fondo.
Guardo dentro.
Ora ho capito perché.
Ora ho capito chi sei.
Scava nel profondo,
lì troverai il vero te stesso.

Imma Gaglione

20140425-202550.jpg