Fili e vita

Il tempo è una strana cosa: un attimo può diventare una vita, una vita può diventare un attimo.
Quindi alla fine quello che si deve fare è goderne a pieno, perché siamo tutti appesi a fili di nylon, non ci è dato sapere quando cadremo.
È questo che rende il gioco maledettamente eccitante.

Imma

IMG_1582.JPG

Salite

Pensavo di non riuscire a scalare questa salita, ci venivo in macchina, in moto, ma non mi è mai lontanamente passato per la testa di usare le gambine. La guardavo con timore, avevo paura di fallire e così la evitavo. Una volta in cima facevo tante foto, perché il panorama è da togliere il fiato, ma non ero mai soddisfatta, sentivo di non essermi meritata quella vista, di non essermela sudata.
E così eccoci qua: io e il sentiero, il sentiero ed io. Passo dopo passo mi avvicino sempre di più, percepisco ogni battito del mio cuore, ogni goccia di sudore, ogni respiro sempre più in affanno, fino a quando non c’è più strada da percorrere: ce l’ho fatta. Cado a terra esausta e finalmente lo vedo: il tramonto che accarezza dolcemente le montagne, il cielo limpido che si colora di rosa e arancione, le casette del paese che sembrano minuscole, che mi fanno venir voglia di gridare: “sono il re del mondo”.
Il coraggio non esiste se non c’è paura e le salite da percorrere sono tante e si presentano quando meno ci si aspetta. Non ci sono altre vie o scorciatoie, non si può camminare indietro come i gamberi, perciò non perdiamo tempo a evitarle, fatica sprecata, armiamoci di forza e corriamo.
Ci sono certe cose, come fissare il sole, che sono impossibili, semplicemente non sono destinate ad essere, ma questo lo si può dire solo dopo averci provato.

Stasera la predica è breve. Ho fatto tardi per scalare la mia salita. Fatelo anche voi.
Buon sabato sera a tutti.
Imma

IMG_1484.JPG

Non ho smesso di sognare

Quando prendo un libro la prima cosa che leggo non è la trama, ma la dedica, perché è come se entrassi in contatto con l’autore. Ho fatto la stessa cosa con l’ultimo libro che ho letto, nonostante conoscessi già l’autore, il titolo e la dedica mi hanno spinto a continuare.
E così ho fatto un viaggio tra pagine entusiasmanti, profonde, avvincenti. Uno di quei viaggi che ti fanno perdere la cognizione del tempo, uno di quelli che ti portano ad essere preso dalle vicende dei personaggi, al punto tale da diventare loro amico, da emozionarti insieme a loro.
Un viaggio cominciato questa mattina e già concluso perché appassionante e coinvolgente.
“Non ho smesso di sognare” di Carlo Galli è uno di quei libri che ti tiene incollato lì davanti al pc anche se gli occhi bruciano e ti supplicano di smettere.
Da leggere tutto d’un fiato per arrivare alla fine e rimanere senza fiato.
Essendo un’appassionata di libri cartacei, spero un giorno di poter averlo tra le mani. Nel frattempo lo trovate qui, disponibile in versione digitale:

http://www.lafeltrinelli.it/ebook/carlo-galli/non-ho-smesso-sognare/9788891150721

http://www.inmondadori.it/Non-ho-smesso-di-sognare-Galli-Carlo/eai978889115072/

http://www.amazon.it/Non-ho-smesso-di-sognare-ebook/dp/B00M4RN8S8/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1406721562&sr=1-1&keywords=non+ho+smesso+di+sognare

https://play.google.com/store/books/details/Carlo_Galli_Non_ho_smesso_di_sognare?id=JXcXBAAAQBAJ

http://www.bookrepublic.it/book/9788891150721-non-ho-smesso-di-sognare/

http://libreriarizzoli.corriere.it/Non-ho-smesso-di-sognare/CYSsEWcWWMgAAAFH4IFspXDT/pc?CatalogCategoryID=HaqsEWcWKYoAAAErBLkdhq_J&Root=eBook

http://www.ibs.it/ebook/galli-carlo/non-ho-smesso-di/9788891150721.html

A Carlo vanno i miei più sinceri complimenti e un affettuoso in bocca al lupo affinché questo diventi il suo primo e importante successo di una lunga serie.
Se i risultati sono questi nessuno dovrebbe smettere di sognare.

Imma

IMG_1466.PNG

IMG_1464.PNG

Le tre S

Dicono che per essere felici basti avere le tre S: sesso, soldi e successo. Tre paroline magiche in grado di aprirti le porte dorate della bella vita, il tuo passe-partout per la realizzazione di tutti i tuoi sogni. E dove sono l’amicizia, l’onestà, i valori? E’ davvero così? Vincere al lotto batte trovare il grande amore?
Fin da piccoli ci inculcano la storiella che i soldi non fanno la felicità, però Cenerentola va a vivere in un castello, Belle da che si faceva prestare i libri riceve una biblioteca gigantesca, Biancaneve lascia ben sette uomini per seguirne uno più alto e bello e che le compra un diamante, invece di farle fare le pulizie. Da quando “..e vissero felici e contenti” è diventato “..e vissero ricchi e contenti”?
Il problema è che viviamo in un mondo di finti moralisti, un mondo dove è molto più semplice fare una lezione di economia internazionale sul perché non vuoi dare la monetina al povero al semaforo che ammettere di essere razzista, più semplice dire che ti dispiace per quello che sta succedendo a Gaza mentre sei a bordo piscina con un cocktail tra le mani, più semplice affermare che chi trova un amico trova un tesoro, ma considerare il tuo unico tesoro la nuova borsa Louis Vuitton che hai ricevuto per Natale.
Perciò si, al giorno d’oggi la vera felicità è avere le tre S, è quello a cui la maggior parte di noi aspira. I soldi ti danno una sicurezza fuori dal comune, il successo ti da un potere non indifferente e il sesso, beh, tutti adorano il sesso. Il punto fondamentale è rimanere se stessi, non perdere di vista l’educazione impartitaci, i valori che come una fiamma ardono in noi, finché quella fiamma sarà viva non c’è ambizione o compromesso della società che tenga.
Elevati, innalza te e la tua persona, punta in alto, ma non dimenticare mai da dove sei partito, guarda sempre la tua strada, il tuo tragitto, perché sono le tue origini a dirti chi sei realmente. Rispetta il prossimo, chiunque sia, qualunque sia la sua situazione sociale, sii gentile, regala sorrisi. Dai la possibilità alla persone di essere tuoi amici, lascia che guadagnino la tua fiducia, ma non pensare sempre con la paura di essere tradito, fa stare male e sai che succede? Che le persone ti tradiranno lo stesso, ci sarà sempre chi, fingendosi tuo amico, ti farà del male, ma questo non è un buon motivo per chiudere fuori tutti quei cuori straordinari, che non vedono l’ora di mostrarti quanto vali davvero. Vivi d’amore, ubriacati d’amore, cerca l’amore in ogni cosa, ti stupirà scoprire che può nascondersi negli occhi e nei sorrisi e sarà quello stupore e la gioia che proverai dopo a farti rendere conto che non servono necessariamente le tre S per essere felici.
C’è un alfabeto pieno di tante altre belle lettere, possiamo pensare anche alle altre, no?

Buon sabato sera a tutti voi
Imma

IMG_1422.PNG